Valentina Vezzali e Andrea Benetton - Inaugurazione Parco Giochi Primo Sport 0246

Giornata speciale a La Ghirada con la visita di Valentina Vezzali, supercampionessa dello sport italiano, che ha presieduto oggi i lavori del Laboratorio 0246, la Onlus di cui l’atleta jesina è Presidente che si dedica allo studio dei bambini da 0 a 6 anni per ovviare alle problemiatiche legate al movimento, al senso motorio e all’obesità infantile in collaborazione con l’Università di Verona, il CONI e Verde Sport. La pluridecorata campionessa di fioretto (5 ori olimpici, 12 ori mondiali, 10 ori europei tra gli altri titoli), ha visitato per la prima volta il centro sportivo La Ghirada (“è incredibile vederlo dal vivo, qui siete fortunati ad avere un centro di questo genere aperto a tutte le famiglie”, ha detto) assieme ad Andrea Benetton (vicepresidente) e Giorgio Buzzavo (consigliere delegato) e soprattutto il Parco Giochi Primo Sport, dedicato e studiato appunto solo per i bambini da 0 a 6 anni, che verrà “esportato” da Laboratorio 0246 in tutta Italia. Già dal prossimo anno infatti sei comuni (Parma, Verona, Milano, Roma, Jesi e Firenze) avranno grazie all’impegno di Laboratorio 0246 il loro Parco Giochi “Primo Sport”, progetto presentato proprio con la Vezzali a Roma, al Salone d’Onore del CONI, lo scorso 10 giugno.
Non appena sono stata contattata dai responsabili di 0246ha detto Valentina Vezzali visitando il Parco Giochil’idea mi è subito piaciuta. Mi sono informata nei dettagli di cosa si trattava e sono stata veramente coinvolta e felice come mamma di partecipare a questo progetto, che reputo molto importante. Da atleta sono felice che si facciano queste iniziative in qualche modo propedeutiche allo sport e al movimento fin da piccoli, da mamma questi Parco Giochi Primo Sport li considero un’idea meravigliosa, perché sono posti sicuri, sorvegliati (c’è l’innovativo sistema di Electron per la sorveglianza partecipata, ndr) e creati con criteri che mirano alla salute e al benessere del bambino. Penso che le famiglie di Treviso e dei dintorni debbano essere felicissime per avere il privilegio di una struttura così vicino a casa, già nel 2012 grazie al Laboratorio 0246 ci saranno altre città coinvolte e confido che ce ne saranno altre ancora perché iniziative come questa migliorano la qualità di vita dei bambini e delle famiglie.