Il Progetto Nazionale di Formazione Didattica “Attività Motoria nella Scuola dell’Infanzia (3-6 anni)”

Anno Scolastico 2019/2020

Quinto anno di sperimentazione su scala Nazionale del Progetto per Favorire l’Attività Motoria

A.S.D. Laboratorio 0246 no profit, in collaborazione con il Centro di Ricerca sullo Sviluppo Motorio nell’Infanzia 0-6 anni dell’Università di Verona diretto dal Prof. Fumagalli e con il coordinamento della Prof.ssa Tortella dell’Università di Bolzano, propone agli/alle insegnanti della Scuola dell’Infanzia un percorso di formazione, finalizzato alla promozione dello sviluppo motorio e cognitivo dei bambini/e.

Il progetto nella sua completezza si basa su tre livelli basati sull’utilizzo di tre manuali didattici elaborati dai ricercatori del Centro di Ricerca con la collaborazione di scienziati di altri 3 Atenei Italiani.

Lo sviluppo integrale del bambino è qui considerato alla luce delle evidenze prodotte dalla ricerca scientifica internazionale; queste nuove conoscenze modificano il modo di vedere lo sviluppo e, di conseguenza, chiedono un importante cambiamento nel modus operandi dell’adulto, e dell’insegnante in particolare, nei confronti del bambino/a. Con ciascuno dei manuali abbinato ad uno specifico livello, l’insegnante è guidato alla realizzazione di 5 (6 per il terzo livello) unità di apprendimento da svolgere con i propri allievi.

Il primo livello si basa sullo studio e l’applicazione del primo manuale, “Favorire la pratica dell’attività motoria da 3 a 6 anni”, in cui gli/le insegnanti sono guidati passo per passo a progettare, realizzare e monitorare unità di apprendimento capaci di promuovere lo sviluppo motorio nell’infanzia e di soddisfare le raccomandazioni dell’OMS e delle maggiori società scientifiche internazionali sul tema dell’attività motoria come stile di vita per la promozione della salute.

Nel secondo livello, associato al secondo manuale “Attività fisica e funzioni esecutive nella scuola dell’infanzia”, vengono forniti agli/alle insegnanti gli strumenti conoscitivi per progettare e realizzare attività didattiche che, valorizzando la passione dei bambini/e per attività di movimento, stimolino lo sviluppo di funzioni esecutive. Queste ultime sono processi cognitivi che promuovono il successo scolastico degli individui e che sono allenabili e potenziabili soprattutto in età prescolare attraverso un uso meditato di attività motorie.

Il terzo livello utilizza il manuale “Spazio in movimento: educazione motoria e scienze”. Si tratta di un’innovazione culturale in cui l’educazione motoria è finalizzata a promuovere curiosità e passione per la scienza. La metodologia didattica è qui analizzata nei suoi dettagli per aiutare l’insegnante a lavorare secondo le nuove concezioni di didattica innovativa con particolare attenzione ai processi implicati nello sviluppo delle competenze. Nota importante: per questo livello, gli insegnanti dovranno seguire le indicazioni del progetto in modo fedele senza introdurre variazioni, in quanto la formazione verterà sui processi attivati nelle lezioni descritte nel manuale.

La formazione, che è offerta gratuitamente agli/alle insegnanti che aderiranno al progetto, ha lo scopo di consentire agli stessi in futuro di creare momenti di promozione dello sviluppo motorio all’interno delle attività scolastiche, di definire chiari obiettivi motori, di pianificare attività didattiche per promuovere apprendimento di processi di competenza, di fornire strumenti per la valutazione qualitativa e quantitativa delle attività motorie.

Puoi trovare qui la lettera di presentazione del Progetto – rivolta ai Dirigenti Scolastici – per l’A.s. 2019/2020.