Si è svolto oggi a Roma presso il Salone d’Onore del CONI il Convegno sulla “Responsabilità Sociale dell’Impresa verso il Territorio” organizzato dal Master SBS di Verde Sport, dal CONI e da Intesa SanPaolo. Nel corso del convegno gli illustri relatori presenti hanno illustrato il concetto di “responsabilità sociale”, che è stato poi concretamente raccontato tramite l’esperienza del Laboratorio 0246, nato da un’idea di Verde Sport (braccio sportivo del Gruppo Benetton), Università di Verona e CONI, per studiare i bambini nella prima infanzia e consigliare i genitori nel cammino di educazione motoria e alimentare dei propri figli, il tutto corroborato dalla grande idea dei Parco Giochi Primo Sport, studiati scientificamente per migliorare il senso-motorio della fascia 0-6 anni.

Valentina Vezzali, la pluriompionica, è stata presentata come Presidente del Laboratorio 0246, una no profit che sarà impegnata nell’esportazione dei Parco Giochi Primo Sport in tutta Italia dopo l’esperimento già avviato a La Ghirada, il centro sportivo-Benetton di Treviso, e nella realizzazione di libri e di un portale internet tutto dedicato alla Prima infanzia.

E’ un onore per me fare parte di questo progettoha detto Valentina Vezzali -, sia come mamma che come atleta. Quando sono stata contattata per collaborare ho aderito subito con grandissimo entusiasmo, un progetto come questo dedicato ai bambini e con un alto valore scientifico, è quanto di meglio ci sia non solo per lo sport, ma per il benessere delle future generazioni. E’ attraverso iniziative come questa che possiamo metterci a disposizione per fare del bene concretamente per i nostri figli.

Sono state presentate le 5 città che hanno aderito già ufficialmente e che avranno il Parco già attivo nel 2012, cioè Milano, Roma, Jesi, Parma e Verona, (Con Firenze già in attesa) e la prima pubblicazione “Primo sport” (scaricabile anche da internet sul sito www.0246.it), che ha anche il patrocinio del Ministero del Welfare. Era presente anche il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi (trevigiano) infatti, che ha detto “la cultura del bene, del benessere, deve essere principio fondante del nostro futuro. Se faremo stare bene i ragazzi e gli indicheremo la strada del benessere fin dalla prima infanzia, avremo cittadini che anche in futuro staranno meglio e avranno uno stile di vita migliore, con inevitabili positive ricadute su tutta la comunità.

Sono intervenuti anche l’On. Rocco Crimi, sottosegretario con delega allo sport, i partner del CONI Carlo Magri (che ha sostituito il Presidente Petrucci atteso da un vertice al Ministero dell’Interno), di Intesa SanPaolo con Vittorio Meloni, Fondazione Telecom con Fabio Di Spirito, EnelCuore con Gianluca Comin, L’Università di Verona con il prof.Fumagalli, il Credito Sportivo con Andrea Cardinaletti, ed Electron con Francesco Valdevies.

Abbiamo svolto la nostra attività nello sport per trent’anni cercando di vincere con le squadre sportive e con i nostri campioni – ha detto il padrone di casa, Gilberto Benetton -, ora i tempi sono cambiati. Nello sport le nostre esigenze sono sempre state quelle di dare un qualcosa di tangibile al nostro territorio, l’obiettivo è sempre stato sociale. Ora dopo anni di vittorie e di soddisfazioni per i nostri tifosi, dobbiamo pensare ad un’altra idea di impegno sociale nello sport e nel territorio, e questa iniziativa che nasce nel nostro centro de La Ghirada e che verrà anche adottata da tante altre città italiane, è il segno di quello che intenderemo da oggi in poi per sport e perattività sociale del nostro gruppo. Ci dedicheremo ai bambini e alle famiglie e a mettere a disposizione le nostre conoscenze in materia per il benessere delle future generazioni.

Al termine è stata effettuata la cerimonia di consegna dei diplomi del Master SBS, in Strategie per il Business dello Sport. I 35 diplomati della 6° edizione del Master che crea i futuri manager dello sport italiano hanno ricevuto il diploma da Andrea Benetton, vicepresidente di Verde Sport, Giorgio Bertinetti di Ca’ Foscari l’Università veneziana partner del Master SBS e Luca Businaro di Assosport. Il direttore del Master Federico Fantini ha poi presentato la 7° edizione che si svolgerà da settembre a giugno a La Ghirada (Treviso) con il nuovo “focus” della Gestione Impianti Sportivi, nuova frontiera di questo corso di alta formazione (per info www.mastersbs.it) che ha già “sfornato” negli ultimi 6 anni circa 150 nuove figure professionali per lo sport business italiano.

I PARTNER DELL’INIZIATIVA – Se in ciascun territorio in cui andrà a realizzare i parco giochi sta già trovando i primi sostegni, Laboratorio 0246 ha iniziato le sue attività con dei “compagni di viaggio” di altissimo livello, che condivideranno per i prossimi 3 anni tutte le idee del progetto: assieme a United Colors of Benetton ecco infatti Armani Junior che ha deciso da subito di abbinare il proprio nome a questa rilevante iniziativa che abbina sport e sociale per la prima infanzia; Electron-Elsagdatamat, società del Gruppo Finmeccanica che ha curato lo speciale sistema di videosorveglianza partecipata “Sinecura 0246”; Enel Cuore Onlus, il cui contributo sarà diretto ad aiutare alla realizzazione di quei giochi che, all’interno di ciascun parco, saranno accessibili sia ai bimbi normodotati sia alle persone diversamente abili; Fondazione Telecom Italia, la prima a sostenere l’idea di una struttura ludico-sportiva per l’infanzia e il cui contributo sarà finalizzato a favorire la partecipazione delle scuole alle attività dei parchi; Legnolandia, che ha studiato il modello Ghirada e che fornirà tutti i giochi nei parchi in costruzione; Peverelli, azienda leader nella progettazione di giardini che si occuperà di tutto il verde dei parchi.