Un centinaio di insegnanti delle scuole dell’infanzia di Treviso, Napoli e Milano si sono impegnate volontariamente anche quest’anno, in un percorso formativo altamente innovativo. Il Centro di Ricerca sullo sviluppo motorio nell’infanzia, diretto dal prof. Fumagalli dell’Università di Verona, in collaborazione con Laboratorio 0246 ha predisposto dei manuali sulla pratica dell’attività motoria nelle scuole dell’infanzia:

1) Favorire la pratica dell’attività motoria nella scuola dell’infanzia
2) Attività fisica e funzioni esecutive nella scuola dell’infanzia

copertina-manuale-01        copertina-manuale-02

Le insegnanti realizzano le unità di apprendimento previste nei manuali, supportate da 3 incontri formativi con i ricercatori del Centro di Ricerca e presentano delle slides che mostrano il percorso da loro realizzato. L’aspetto innovativo è che le insegnanti seguono un percorso altamente innovativo, poiché i manuali si fondano su dati delle evidenze scientifiche attuali, presentati nei congressi internazionali di tutto il mondo.
Il modello didattico per competenze seguito permette alle insegnanti di realizzare delle esperienze di prestazione utili per lo sviluppo delle loro competenze, oltre che per quelle dei bambini.
Nella metodologia si attinge anche ai raccomandazioni internazionali sulla salute, propagate dalle più grandi società internazionali, che raccomandano i seguenti “dosaggi” di attività motoria:

LE RACCOMANDAZIONI SULLA SALUTE
PER I BAMBINI IN ETA’ PRESCOLARE DA 3 A 5 ANNI

NASPE: The National Association of Sport and Physical Education
1. I bambini dovrebbero realizzare almeno 60 minuti di attività fisica strutturata al giorno.
2. Dovrebbero realizzare almeno 60 giorni di gioco libero al giorno e non dovrebbero essere sedentari per più di 60 minuti al giorno, ad eccezione di quando dormono.
3. Dovrebbero sviluppare le competenze motorie fondamentali, come base per acquisizione di competenze più complesse.
4. Dovrebbero avere spazi sicuri all’interno e all’esterno dove sviluppare competenze grosso motorie.
5. Le persone che si occupano di bambini in età prescolare dovrebbero essere consapevoli dell’importanza dell’attività fisica e contribuire allo sviluppo delle competenze motorie nei bambini.
OMS: Organizzazione mondiale della Sanità
Nel 2014 evidenzia che:
1. La mancanza di attività fisica è il quarto fattore di rischio di morte nel mondo.
2. Circa 3,2 milioni di persone muoiono ogni anno come conseguenza della mancanza di adeguati livelli di attività fisica.
3. La mancanza di attività fisica è la principale causa di malattie cardiovascolari, cancro e diabete.
4. L’attività fisica è benefica alla salute e contribuisce alla prevenzione di malattie cardiovascolari, cancro e diabete.
5. Gli stati membri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si muoveranno per ridurre l’inattività fisica del 10% entro il 2025.
Raccomanda
Per bambini e adolescenti 60 minuti di attività fisica ad intensità da moderata a vigorosa al giorno.
AHA: The American Heart Association
» » Raccomanda almeno 60 minuti di attività aerobica al giorno, per i bambini. (http://www.heart.org/HEARTORG/GettingHealthy/Physical-Activity-and-Children_UCM_304053_Article.jsp)

Il secondo incontro formativo è previsto in Ghirada, in via del Nascimben 1/b il giorno 17 aprile, dalle ore 17,30 alle ore 19.30.

Patrizia Tortella
patrizia.tortella@gmail.com
Centro di Ricerca sullo Sviluppo Motorio nell’Infanzia
UNIVERSITA’ DI VERONA