scuole al parcoLe competenze motorie rappresentano la capacità di una persona di eseguire azioni motorie, compresa la coordinazione di attività riguardanti capacità motorie fini e grossolane. E’ una competenza molto importante poiché è di primaria importanza nella pratica dell’attività fisica. Praticare attività fisica contribuisce alla salute fisica e mentale, come ormai diversi dati della ricerca internazionale hanno messo in evidenza. L’attività fisica previene infatti, malattie cardio circolatorie, diabete, cancro, malattie metaboliche. Le grandi agenzie internazionali della ricerca evidenziano che per la prima volta nella storia i bambini/e di oggi vivranno meno dei loro genitori, almeno di 5 anni. https://www.designedtomove.org/

Praticare attività fisica promuove, inoltre, lo sviluppo di funzioni esecutive, processi cognitivi alla base del successo scolastico. Si tratta infatti di memoria, attenzione, capacità di attesa, autocontrollo, problem solving, capacità di pianificare.

Praticare attività fisica può promuove anche una buona percezione di competenze motorie, che a sua volta favorisce:

sviluppo di livello di attività fisica;

percezione di sé;

aiuta il bambino ad essere fisicamente attivo.

Un bambino/a con buone competenze motorie tende a partecipare a maggiori e diverse opportunità motorie, incrementando ulteriormente le proprie capacità, mentre un compagno/a con poche competenze motorie tende mano a mano a isolarsi e a rinunciare alla pratica dell’attività fisica, diminuendo ulteriormente il livello di capacità.

Quando un bambino/a incrementa le proprie competenze motorie può sviluppare anche le competenze legate alla salute fisica (physical fitness), attraverso un miglioramento nei risultati e nei fattori legati alla salute fisica (health related fitness). La salute fisica comprende: salute cardiorespiratoria, forza, velocità.

INDICAZIONI PER GENITORI E INSEGNANTI

Il bambino/a che ha realizzato un’esperienza motoria di successo tende poi a ripetere l’esperienza. L’attività ripetuta permette lo sviluppo di competenze motorie. Genitori e insegnanti hanno il compito di predisporre ambienti fisici favorevoli allo sviluppo di nuove competenze, di diverso livello di difficoltà, di supportare e incoraggiare i bambini/e nella pratica delle attività, anche difficili, al di fuori della loro portata (in zona di sviluppo prossimale Vigotskyana), supportandoli anche fisicamente, se è necessario, con modalità che favoriscano lo sviluppo della loro autonomia. E’ fondamentale il feedback positivo, incoraggiante e carico di entusiasmo da dare al bambino dopo aver realizzato l’esperienza. Quest’ultimo aspetto sembra essere correlato anche con lo sviluppo di processi cognitivi.

Il parco giochi Primo Sport 0246 è un luogo ideale per lo sviluppo di capacità motorie e cognitive. Le ricerche hanno evidenziato che la disposizione dei giochi e la metodologia di conduzione delle diverse attività motorie contribuiscono allo sviluppo di competenze motorie, in particolare capacità di equilibrio e di fitness fisico, in particolare legate alla forza.

Stiamo progettando il nuovo percorso di ricerca (gratuito)  al parco giochi per l’anno 2015-16, dedicato alle scuole dell’infanzia di Treviso.

Patrizia Tortella

Per info: patrizia.tortella@gmail.com

Referenze

Tortella, P., Fumagalli, G. Attività fisica e funzioni esecutive nella scuola dell’infanzia. Libreria dello Sport, 2014.

Haga, M. The relationship between physical fitness and motor competence in children. Child: care, health and development, 34(3),329-334.