Il parco, come luogo di incontro di bambini di diversa età, sesso, condizione sociale, cultura, favorisce lo scambio di conoscenze e l’imitazione reciproca. È importante bambini-copriano-le-faccieconsiderare che l’imitazione è la modalità maggiormente usata dal bambino per apprendere nuove modalità di azione. In un parco i bambini continuano a correre da una parte all’altra, salgono e scendono lo stesso scivolo diverse volte, si fermano in uno spazio e vi rimangono tutto il pomeriggio. Questa apparente tranquillità è in realtà fonte di grande attenzione da parte del bambino. Anche salire sullo scivolo implica attenzione, poiché nei momenti di punta ci sono diversi bambini che salgono contemporaneamente. Si devono trovare degli accordi immediati e spontanei per decidere chi deve passare prima e chi dopo. Vengono identificate delle regole informali di comportamento, che permettono ai bambini di stare insieme, di giocare e divertirsi. Il rispetto, l’attesa del proprio turno, l’attenzione all’altro sono aspetti della vita di relazione molto importanti, che vengono sollecitati di continuo in un parco affollato da bambini.

 

Per saperne di più puoi trovare questo articolo sulla pagina 78 del libro “Primo Sport” scaricabile gratuitamente qui.