Prof. Maurizio Mondoni

Scrivi all’esperto

Il movimento si genera grazie alle funzioni del Sistema Nervoso e degli organi di senso e si realizza attraverso l’azione coordinata dei muscoli che si contraggono e si decontraggono al momento opportuno, determinando lo spostamento del corpo o di alcune parti di esso nello spazio e nel tempo.

Sono i neuroni (cellule nervose composte da un corpo cellulare, dai dendriti e dall’assone) che garantiscono il buon funzionamento dell’attività umana. I dendriti sono in contatto con altre cellule nervose dalle quali ricevono le informazioni, mentre l’assone comunica con gli organi effettori o con altri neuroni. I punti in cui le terminazioni entrano in contatto con gli organi effettori sono detti sinapsi: è qui, sotto forma di impulso elettrico, che avviene il passaggio dell’informazione.

Gli assoni delle fibre nervose sensitive terminano con i recettori (organi che ricevono le informazioni):

  • esterocettori, sensibili alle variazioni dell’ambiente esterno (stimoli visivi, uditivi, tattili, termici, dolorifici);
  • enterocettori che si trovano negli organi viscerali e sono sensibili alle variazioni provenienti dall’ambiente interno (fame, sete, pressione sanguigna);
  • propriocettori: raccolgono informazioni relative ai cambiamenti nella posizione del corpo, nella tensione muscolare, articolare e tendinea e hanno il compito di regolare il portamento del corpo, assicurando movimenti coordinati e armonici.

Il Sistema Nervoso può essere suddiviso in:

·         Sistema Cerebro-Spinale: è costituito dal Sistema Nervoso Centrale (costituito dall’encefalo e dal midollo spinale) che riceve, elabora le informazioni e invia ordini;

·         Sistema Nervoso Periferico: trasmette le informazioni dagli organi effettori all’encefalo e viceversa, è costituito dai nervi (vie lungo le quali viaggiano le informazioni):

  • nervi cranici: di senso, di moto e misti;
  • nervi spinali: eccetto il primo nervo cervicale, tutti sono connessi al midollo mediante la radice dorsale (o posteriore) che è formata da fibre sensitive che conducono gli impulsi dalla periferia al Sistema Nervoso Centrale (fibre afferenti) e la radice ventrale (o anteriore), formata da fibre motrici che trasmettono impulsi dal nevrasse alla periferia (fibre efferenti);

·         Sistema Nervoso Autonomo: controlla le funzioni corporee involontarie ed è costituito da nervi che controllano le funzioni viscerali (muscolatura liscia e cardiaca e la secrezione ghiandolare) Si suddivide in:

  • Sistema Nervoso Simpaticoche intensifica l’attività degli organi controllati;
  • Sistema Nervoso Parasimpatico che rallenta l’attività degli organi controllati.

I movimenti si dividono in:

–          riflessi;

–          involontari;

–          volontari;

–          automatici.

Maurizio Mondoni è nato a Cremona il 26 maggio 1946, Insegnante di Educazione Fisica, diplomato all’I.S.E.F. Cattolica di Milano, laureato in Scienze Motorie all’Università di Roma “Tor Vergata, Ricercatore all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Docente di Teoria, Metodologia e Didattica dei Giochi Sportivi al Corso di laurea in “Scienze Motorie e dello Sport” e al Corso di Laurea Magistrale “Elementi di Pediatria e metodi per l’attività motoria nell’Infanzia” all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.