mani-in-sanboxUn altro utile parametro per valutare lo stato di obesità è il BMI (Body Mass Index) che in italiano viene chiamato Indice di Massa Corporea.  Questo valore viene calcolato dividendo il peso espresso in Kg per la statura al quadrato espressa in metri. Esso indica approssimativamente quanto della massa corporea è dovuto al grasso, mentre il rimanente (massa magra) è per lo più riconducibile al tessuto muscolare e alle ossa. Quindi, per una persona di 77 Kg e alta 1,75 m ha un BMI pari a 77/1,75 al quadrato = 77/3,0625 = 25,14. Un BMI superiore a 25 indica sovrappeso; un BMI superiore a 30 indica obesità. Questo valore varia nel corso dell’età come mostrato nella figura 6, mentre nella figura 7 si indicano i confini tra normopeso, sovrappeso e obeso nei primi anni di vita.

 

Per saperne di più, puoi trovare questo articolo e le figure menzionata, sulla pagina 30 del libro “Primo Sport” scaricabile gratuitamente qui.